Il DHITECH è costantemente coinvolto in progetti di Ricerca, Innovazione e alta Formazione nelle proprie aree distintive di specializzazione.

BUDGET TOTALE PROGETTI: € 101.284.903,84

Ultimo aggiornamento: 11/10/2018

Focus ultimo triennio
I Progetti di Ricerca e Formazione

♦ Area: ICT per l’Innovazione nel Disegno di Prodotti e Servizi
♦ Area: Nanotecnologie Molecolari per l’Ambiente e la Salute
♦ Area: Ingegneria Tissutale per la Medicina Rigenerativa

  • FONTANAPULIA – FOtocatalizzatori NanosTrutturati e RAdiazioNe UV per un’Acqua più PULItA

    Codice Progetto: WOBV6K5 
    Avviso: POR Puglia FESR-FSE 2014-2020 – Azione 1.6 – Avviso INNONETWORK – Sostegno alle attività di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi (A.D. n. 498 del 19/12/2016 e ss.mm.ii.) 
    Finanziatore: Regione Puglia (A.D. n. 80 del 06/09/2018)
    Periodo: Luglio 2018 – Dicembre 2019
    Budget: € 223.746,00

    Il progetto FONTANAPULIA realizza un’intera filiera integrata nel settore ambientale, collegando centri di ricerca (tre istituti del CNR) con comprovata esperienza nell’ambito dello sviluppo di materiali, nano-materiali e tecnologie per la purificazione delle acque a start up e imprese innovative che hanno da tempo intrapreso pionieristicamente lo sviluppo di applicazioni industriali delle nanotecnologie (TCT e ECHOLIGHT), ad imprese leader in ambito europeo nel settore delle analisi chimiche anche in campo ambientale (CHEMISERVICE), ad imprese specializzate nella valutazione dell’impatto ambientale determinato dall’introduzione sul mercato di tecnologie innovative (ASTRA) e, infine, ad imprese con un forte posizionamento nazionale e internazionale nell’ambito dei sistemi industriali per la purificazione delle acque (BIOTEC). Nel progetto FONTANAPULIA, la filiera è coordinata da un Distretto Tecnologico (DHITECH) che vanta ampia esperienza nel coordinamento di progetti di ricerca complessi ed ha maturato specifica competenza sulle tecniche di purificazione fotocatalitica. Il progetto FONTANAPULIA sfrutta le forti competenze del raggruppamento sulla KET 2 Nanotecnologie, sia a livello tecnico-scientifico (CNR), sia a livello industriale (TCT), per la “sintesi e fabbricazione di nanomateriali, dei loro componenti e dei loro sistemi” e per “per la riduzione dell’impatto ambientale”.
    Gli obiettivi principali del progetto FONTANAPULIA sono:
    i) studio e applicazione di procedure innovative per la sintesi di nanomateriali ad elevata attività fotocatalitica;
    ii) definizione di mezzi e processi per la produzione dei nanomateriali, già sperimentati su scala di laboratorio, su scala pilota (1-5 Kg);
    iii) studio di tecniche di immobilizzazione dei nanomateriali fotocatalitici su opportuni supporti solidi;
    iv) progettazione e caratterizzazione di sistemi fotocatalitici prototipali integrabili su impianti di abbattimento pilota;
    v) progettazione e realizzazione di un impianto pilota per l’abbattimento fotocatalitico di inquinanti organici prioritari ed emergenti in varie tipologie di acque (acqua di falda contaminata, acque di scarico urbane, acque di scarico industriali);
    vi) sviluppo di sistemi ultrasonori per il controllo del processo di abbattimento (con particolare riferimento al controllo della stabilità del sistema fotocatalitico);
    vii) sviluppo di nuove metodiche per l’analisi qualitativa e quantitativa del carico inquinante in acque di scarico;
    viii) studio di impatto ambientale e di Life Cycle Assessment (LCA) sempre più richiesto dalla Comunità Europea per la valutazione dell’impatto ambientale di nuove tecnologie di depurazione quali la tecnologia FONTANAPULIA.

    Nel corso del progetto FONTANAPULIA verrà realizzato un impianto pilota innovativo, con capacità depurativa pari a 1-10 m3/h, per l’abbattimento di inquinanti prioritari ed emergenti in diverse tipologie di acqua contaminata: acqua di falda contaminata, acque di scarico urbane e acque di scarico industriali. L’impianto pilota verrà collaudato su siti industriali realmente inquinati, dove esistono effettive esigenze di depurazione delle acque difficilmente risolvibili con tecnologie convenzionali, per verificare l’efficacia depurativa della soluzione tecnologica proposta.

    PARTNERS (Costituiti in ATS):
    – DHITECH SCARL (Capofila)
    – CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche 
    – ECHOLIGHT SPA
    – TCT SRL
    – BIOTEC SRL
    – ASTRA ENGINEERING SRL
    – CHMISERVICE SRL

  • INERRAnT – INterregional Ecosystem for entRepreneurship, ReseArch and Technology

    Codice Progetto: 303
    Avviso: 1st call for proposals for standard projects del Programma INTERREG IPA CBC ITALY–ALBANIA–MONTENEGRO 
    Finanziatore: Regione Puglia – This project is co-financed by the European Union under the Instrument for Pre-Accession Assistance (IPA II)
    Periodo: Marzo 2018 – Marzo 2020
    Budget: € 219.950,00

    This project aims at creating an innovative ecosystem, inter-linked with research and entrepreneurial actors in public-private logic, able to foster dialogue between different territories, enhance collaborative research actions, supporting talents mobility and strengthen the capacity of attracting private capitals. To realize this, it will implement the following main operative steps: Supporting the creation of an interregional network among the main stakeholders: research and technological centers, companies and public administrations; Defining a model for the technology centre, exportable in Albania and Montenegro and based on the Italian 20 years’ experience; Facilitating knowledge sharing & talents mobility.
    The Main outputs of the project will be: The Interregional Ecosystem, networking businesses, research centers, technological districts and Public Administrations, an international cluster for the promotion of Spin-offs, Start-ups, and innovative organizations operating, in the mid-long term, as an international Hub able to catalyze experiences, knowledge and expertise; the Albanian Technological Center, set in Tirana; International liveshows and workshops across project partners’ territories, to promote the project cluster, attract private investment funds, and look for new creative talents and potential innovative SMEs; continuous training Fund.

    PARTNERS:
    – Associazione degli industriali della Provincia di Lecce (Capofila)
    – DHITECH SCARL
    – Chamber of Commerce and Industry, Tirana (AL)
    – Albanian Confindustry (AL)
    – Regional Development Agency – Ulcinj Business Association (MO)
    – Regional Development Agency for Bjelasica, Komovi and Prokletije (MO)

    Vai al Sito del Progetto

  • ADMIRE – A holographic microscope for the immersive exploration of augmented micro-reality

    Codice Progetto: 780333
    Avviso: H2020 – ERC-2017-PoC (Call for proposals for ERC Proof of Concept Grant)
    Finanziatore: European Commission (GA n. 780333)
    Periodo: Novembre 2017 – Aprile 2019
    Budget: € 31.250,00

    Il Progetto ADMIRE (A holographic microscope for the immersive exploration of augmented micro-reality) intende realizzare un sistema innovativo, basato sull’olografia digitale 3D, per la visualizzazione immersiva e l’analisi quantitativa di sistemi microscopici. Il Dhitech valuterà lo scenario applicativo e gestirà le problematiche di valorizzazione delle tecnologie con particolare riferimento alla generazione e gestione della proprietà intellettuale.
    Il Progetto ADMIRE è stato approvato dallo European Research Council (ERC), organismo dell’Unione Europea che finanzia i ricercatori di eccellenza che intendono svolgere attività di ricerca di frontiera negli Stati membri dell’UE o nei paesi associati. I progetti sono finanziati sulla base delle idee progettuali presentate dai ricercatori e sono valutati sulla base del solo criterio dell’eccellenza scientifica. L’obiettivo è quello di riconoscere le idee migliori e conferire status e visibilità alla ricerca di punta in Europa, attirando allo stesso tempo talenti dall’estero.

    PARTNERS:
    – Sapienza Università di Roma (Capofila)
    – CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche (Istituto NANOTEC)
    – DHITECH SCARL

  • ElecOPteR – Electro-optical polariton router

    Codice Progetto: 780757
    Avviso: H2020 – ERC-2017-PoC (Call for proposals for ERC Proof of Concept Grant)
    Finanziatore: European Commission (GA n. 780757)
    Periodo: Ottobre 2017 – Marzo 2019
    Budget: € 31.875,00

    Il progetto ELECOPTER (Electro-Optical Polariton rouTER) intende dimostrare la fattibilità di un modulatore elettro-ottico on-chip basato su polaritoni (particelle ibride costituite da un eccitone e un fotone). Il Dhitech valuterà lo scenario applicativo e gestirà le problematiche di valorizzazione delle tecnologie con particolare riferimento alla generazione e gestione della proprietà intellettuale.
    Il Progetto ELECOPTER è stato approvato dallo European Research Council (ERC), organismo dell’Unione Europea che finanzia i ricercatori di eccellenza che intendono svolgere attività di ricerca di frontiera negli Stati membri dell’UE o nei paesi associati. I progetti sono finanziati sulla base delle idee progettuali presentate dai ricercatori e sono valutati sulla base del solo criterio dell’eccellenza scientifica. L’obiettivo è quello di riconoscere le idee migliori e conferire status e visibilità alla ricerca di punta in Europa, attirando allo stesso tempo talenti dall’estero.

    PARTNERS:
    – CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche (Istituto NANOTEC) (Capofila)
    – DHITECH S.C.A R.L.

  • NANOAPULIA – NANOfotocatalizzatori per un’Atmosfera più PULitA

    Codice Progetto: MDI6SR1
    Avviso: Aiuti a sostegno dei Cluster Tecnologici Regionali (A.D. n. 399 del 28/07/2014 e ss.mm.ii.) 
    Finanziatore: Regione Puglia (A.D. n. 497 del 18/11/2015)
    Periodo: Dicembre 2015 – Novembre 2017
    Budget: € 438.303,12

    Il progetto NANOAPULIA (NANOfotocatalizzatori per un’Atmosfera più PULitA) vuole impegnare le Nanotecnologie (KET 2) per ridurre l’inquinamento atmosferico dovuto agli ossidi di azoto (NOx), favorendo lo sviluppo di Città e Territori Sostenibili.
    In particolare, NANOAPULIA si propone di sviluppare ossidi metallici nano-strutturati aventi proprietà foto-catalitiche nel visibile e nell’ultravioletto per la formulazione di leganti e malte innovative (applicazione edilizia) e per la realizzazione di reattori fotocatalitici per l’abbattimento di inquinanti emessi da motori Diesel (applicazione automotive). Nel corso del progetto verranno inoltre sviluppati nuovi metodi diagnostici per lo studio della tossicità di semilavorati fotocatalitici nanostrutturati sintetizzati per l’applicazione edilizia e per l’applicazione automotive.

    PARTNERS (Costituiti in ATS):
    – DHITECH SCARL (Capofila)
    – CVIT – Centro Studi Componenti per Veicoli SPA
    – ITALCEMENTI SPA
    – TCT SRL
    – SIPRE SRL
    – ECHOLIGHT SRL
    – CNR-CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE
    – UNIVERSITA’ DEL SALENTO
    – UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BARI
    – POLITECNICO DI BARI

    Visita il Sito del Progetto

  • KHIRA – Approccio alla ricerca integrato ed olistico basato sulla conoscenza

    Codice Progetto: PON02_00563_3446857
    Avviso: Potenziamento Distretti e Laboratori – Titolo 2 (D.D. n. 713/Ric. del 29/10/2010)
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.D. n. 649/Ric. del 08/10/2012)
    Periodo: Maggio 2012 – Novembre 2015
    Budget: € 12.095.000,00

    Obiettivo generale del progetto KHIRA – Knowledge based Holistic Integrated Research Approach è quello di creare una piattaforma tecnologica, un framework metodologico ed una massa critica di competenze legate al ciclo di vita del prodotto che sia un’espressione della nuova ingegneria olistica. Il collegato Progetto di Formazione Activating KHIRA “Ingegneri Innovatori/Imprenditori specializzati in approcci integrati alla gestione del ciclo di vita del prodotto”, destinato a 12 formandi, intende sviluppare nuove figure professionali in grado di gestire la configurazione del prodotto in contesti applicativi di Impresa Estesa del settore aerospaziale sviluppando e gestendo tecnologie e sistemi a supporto della gestione prodotto in contesti di value network.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (Soggetto Beneficiario e Attuatore)
    – ALENIA AERMACCHI SPA (Soggetto Attuatore)
    – NUOVO PIGNONE SPA (Soggetto Attuatore)
    – GE AVIO SRL (Soggetto Attuatore)
    – UNIVERSITA’ del SALENTO (Soggetto Attuatore)

    Visita il Sito del Progetto

    Living Lab

  • MAAT – Nanotecnologie Molecolari per la Salute dell’uomo e l’Ambiente

    Codice Progetto: PON02_00563_3316357
    Avviso: Potenziamento Distretti e Laboratori – Titolo 2 (D.D. n. 713/Ric. del 29/10/2010)
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.D. n. 646/Ric. del 08/10/2012)
    Periodo: Maggio 2012 – Novembre 2015
    Budget: € 14.655.925,00

    Il progetto MAAT – Nanotecnologie Molecolari per la Salute dell’uomo e l’Ambiente mira alla realizzazione di una piattaforma di ricerca e sviluppo sperimentale per la fabbricazione di nuovi sistemi integrati optolettronici di ultima generazione, basati su processi di Nanotecnologia Molecolare, per applicazione nei settori dell’Ambiente e della Salute dell’Uomo. Obiettivo finale del progetto MAAT è lo sviluppo di due prodotti innovativi per applicazione nel settore della Building Integration a basso impatto ambientale e della Diagnostica Molecolare per la salute dell’Uomo. Il raggiungimento di tali Obiettivi finali sarà reso possibile dall’implementazione della piattaforma di Nanotecnologia Molecolare costituente l’Obiettivo strategico del progetto. Il collegato Progetto di Formazione Activating MAAT “Ingegneri Innovatori/Imprenditori specializzati in Nanotecnologie Molecolari per l’Ambiente e la Salute dell’Uomo”, destinato a 7 formandi, intende potenziare il trasferimento di conoscenze e competenze per sostenere l’innovazione nelle attività industriali ritenute d’importanza strategica per la crescita e la competitività; inoltre la crescita economica del settore delle nanotecnologie molecolari aprirà la strada alla loro applicazione in diversi settori, edilizio a quello della diagnostico diagnostica medicale, passando per il settore delle energie rinnovabili e dell’illuminotecnica.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (Soggetto Beneficiario e Attuatore)
    – CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche (Soggetto Attuatore)
    – IIT-Istituto Italiano Tecnologia (Soggetto Attuatore)
    – Università del Salento (Soggetto Attuatore)
    – Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” (Soggetto Attuatore)
    – Tozzi Renewable Energy SPA (Soggetto Attuatore)
    – STMicroelectronics SRL (Soggetto Attuatore)

    Living Lab

  • PUGLIA@SERVICE – L’Ingegneria dei Servizi Internet-Based per lo sviluppo strutturale di un territorio “intelligente”

    Codice Progetto: PON02_00563_3489339
    Avviso: Potenziamento Distretti e Laboratori – Titolo 2 (D.D. n. 713/Ric. del 29/10/2010)
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.D. n. 650/Ric. del 08/10/2012)
    Periodo: Maggio 2012 – Novembre 2015
    Budget: € 15.279.712,00

    Il progetto di ricerca Puglia@Service – L’Ingegneria dei Servizi Internet-Based per lo sviluppo strutturale di un territorio “intelligente” ha come obiettivo la concezione, lo sviluppo e la messa a punto di un intervento strategico, organizzativo e tecnologico nel contesto del cosiddetto Future Internet, finalizzato all’innovazione nei servizi per la “sustainable knowledge society” ed abilitante la transizione del territorio regionale pugliese verso un modello di “territorio intelligente”. Il collegato Progetto di Formazione Activating Puglia@Service: “Ingegneri Innovatori/Imprenditori specializzati nell’ Ingegneria dei Servizi Internet-Based per lo sviluppo strutturale di un territorio “intelligente”destinato a 15 formandi, mira a colmare il gap di figure professionali capaci di supportare il processo di transizione territoriale auspicato e consentire la nascita di una forma di imprenditorialità nell’area dei Servizi Knowledge Intensive.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (SoggettoBeneficiario e Attuatore)
    – Engineering Ingegneria Informatica SPA (Soggetto Attuatore)
    – Exprivia SPA (Soggetto Attuatore)
    – Università del Salento (Soggetto Attuatore)
    – Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” (Soggetto Attuatore)

    Living Lab

  • RINOVATIS – Rigenerazione di tessuti nervosi ed osteocartilaginei mediante innovativi approcci di Tissue Engineering

    Codice Progetto: PON02_00563_3448479
    Avviso: Potenziamento Distretti e Laboratori – Titolo 2 (D.D. n. 713/Ric. del 29/10/2010)
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.D. n. 644/Ric. del 08/10/2012)
    Periodo: Maggio 2012 – Novembre 2015
    Budget: € 13.418.587,00

    L’obiettivo finale del progetto RINOVATIS – Rigenerazione di tessuti nervosi ed osteocartilaginei mediante innovativi approcci di Tissue Engineering è l’implementazione di una filiera biotecnologica innovativa con focus sulla Tissue Engineering, per lo sviluppo di tecnologie e metodologie in grado di favorire la rigenerazione di tessuti nervosi ed osteocartilaginei, danneggiati da traumi e/o patologie. Particolari dispositivi acellulari e/o cellulari saranno sviluppati nel corso del progetto, e la loro capacità di indurre la rigenerazione tissutale sarà validata in vitro ed in vivo, ottimizzando a tal fine le procedure cliniche di impianto dei dispositivi e di analisi dei risultati. Il collegato Progetto di Formazione Activating RINOVATIS: “Ingegneri Innovatori/Imprenditori specializzati in tecnologie e metodologie della Tissue Engineering”, destinato a 13 formandi, mira a colmare il gap esistente tra le figure professionali scientifiche della Tissue Engineering e quelle imprenditoriali. La figura professionale obiettivo del progetto di formazione dovrà essere altamente specializzata nel contesto della filiera biotecnologica e biomedica e dovrà altresì, essendo attore del cambiamento organizzativo nel contesto del value network, possedere competenze orizzontali legate ad un contesto manageriale ed imprenditoriale.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (Soggetto Beneficiario e Attuatore)
    – Università del Salento (Soggetto Attuatore)
    – Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” (Soggetto Attuatore)
    – CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche (Soggetto Attuatore)
    – Ospedale San Raffaele SRL (Soggetto Attuatore)
    – Engineering Ingegneria Informatica SPA (Soggetto Attuatore)

     Living Lab

  • VINCENTE – Un Ambiente Virtuale di “Collective Intelligence” Abilitante lo Sviluppo di Ecosistemi per L’imprenditorialità Tecnologica Sostenibile

    Codice Progetto: PON02_00563_3470993
    Avviso: Potenziamento Distretti e Laboratori – Titolo 2 (D.D. n. 713/Ric. del 29/10/2010)
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.D. n. 647/Ric. del 08/10/2012)
    Periodo: Maggio 2012 – Novembre 2015
    Budget: € 13.302.495,00

    Il progetto di ricerca VINCENTE – Un Ambiente Virtuale di “Collective Intelligence” Abilitante lo Sviluppo di Ecosistemi per L’imprenditorialità Tecnologica Sostenibile mira alla realizzazione di Living Lab abilitanti la creazione di un Entrepreneurial Ecosystem in differenti domini e contesti.
    Risulteranno così differenti istanze di Living Lab, ognuno inteso come un “ecosistema imprenditoriale innovativo” che genera capitale umano e capitale imprenditoriale, ed ognuno caratterizzato dai propri attori, proprie relazioni, flussi, servizi, contenuti e strumenti tecnologici. I Living Lab saranno “supportati” dalla piattaforma OPENNESS e dalle due suddette estensioni. Il collegato Progetto di Formazione Activating VINCENTE “Ingegneri Innovatori/Imprenditori specializzati in Ecosistemi di Imprenditorialità Tecnologica”, destinato a 14 formandi, risponde agli importanti trend di cambiamento in atto nell’alta formazione e nel mercato del lavoro e propone un modello innovativo di sviluppo competenze per creare un nuovo profilo professionale capace di trasformare i risultati della ricerca e della tecnologia in valore economico e sociale, facendo leva sul coinvolgimento di un partenariato pubblico-privato multi-stakeholder e sull’utilizzo di nuovi paradigmi tecnologici per aumentare il livello di diffusione e penetrazione dei risultati su larga scala.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (Soggetto Beneficiario e Attuatore)
    – Engineering Ingegneria Informatica SPA (Soggetto Attuatore)
    – Università del Salento (Soggetto Attuatore)
    – Exprivia SPA (Soggetto Attuatore)
    – Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” (Soggetto Attuatore)
    – CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche (Soggetto Attuatore)
    – Ospedale San Raffaele SRL (Soggetto Attuatore)
    – Tozzi Renewable Energy SPA (Soggetto Attuatore)
    – Alenia Aermacchi SPA (Soggetto Attuatore)
    – GE AVIO SRL (Soggetto Attuatore)
    – STMicroelectronics SRL (Soggetto Attuatore)

    Living Lab

  • REPAIR – Medicina rigenerativa ed ingegneria tissutale: Approcci innovativi per la riparazione di tessuti danneggiati

    Codice Progetto: PON01_02342
    Avviso: Progetti di Ricerca industriale (D.D. n. 01/Ric. del 18/01/2010)
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.D. n. 698/Ric del 14/10/2011)
    Periodo: Ottobre 2011 – Maggio 2015
    Budget: € 810.603,33

    Il Progetto di Ricerca REPAIR-Medicina rigenerativa ed ingegneria tissutale: Approcci innovativi per la riparazione di tessuti danneggiati intende definire/sviluppare/ottimizzare protocolli di ‘terapia cellulare’ e/o ‘terapia acellulare’ (ingegneria tissutale), a basso rischio e mirati alla rigenerazione/sostituzione/ricostruzione di tessuti irreversibilmente danneggiati da malattie degenerative o traumi, e per i quali non esistono terapie alternative efficaci. Il progetto si focalizzerà sullo studio della componente cellulare dei tessuti oculari (cornea, retina) e muscolari (cardiaco, scheletrico) e sulla riparazione neuronale. Le ripercussioni applicative delle metodologie che saranno sviluppate sono dunque potenzialmente enormi, in quanto utilizzabili per la cura e la terapia di un ampio spettro di patologie, quali le malattie cardiovascolari e della cornea, molte delle quali sono causa di disabilità permanente o di morte. Le terapie acellulari oggetto della proposta progettuale saranno invece focalizzate sulla rigenerazione del sistema nervoso periferico, mediante biomateriali o scaffold in grado di supportare e favorire la rigenerazione assonale. Il collegato Progetto di Formazione Personale altamente specializzato nell’innovazione delle tecnologie e metodologie della Tissue Engineering, rivolto a 8 formandi, intende formare 2 nuove figure professionali altamente specializzate nella filiera biotecnologica e biomedica, denominate rispettivamente: 1. Personale medico-biologico specializzato nell’utilizzo di cellule staminali per la Tissue Engineering e 2.Ingegneri dell’innovazione specializzati sulle tecnologie e metodologie Tissue Engineering. Tali figure professionali avranno elevata occupabilità in imprese, come manager del cambiamento e come consulenti o di imprenditori high tech, sostenendo la transizione delle regioni della convergenza verso modelli di sviluppo basati sulla conoscenza. Le figure professionali dovranno coniugare capacità di progettazione e realizzazione di prodotti cellulari e acellulari per la rigenerazione di tessuti ed organi (Tissue Engineered Medical Products, TEMPs) con capacità di business, capacità professionali e attitudini imprenditoriali.

    PARTNERS:
    – Clinica Mediterranea SPA (Capofila)
    – DHITECH SCARL
    – IRBM SCIENCE PARK
    – OKOLAB
    – CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche
    – Centro Interuniversitario di Ricerca sui Peptidi Bioattivi
    – Telethon Institute of Genetics and Medicine
    – Università del Salento
    – Ospedale San Raffaele SRL

  • KITE.IT – Knowledge and Business Intelligence Technologies in cross-Enterprise environments for italian advanced mechanical industry

    Codice Progetto: MI01_00173
    Avviso: PII Nuove Tecnologie per il Made in Italy (DM 10/07/2008- G.U.R.I. n. 205 del 02/09/2008 – S.O. n. 207)
    Finanziatore: Ministero dello Sviluppo Economico (D.M. n. 00074MI01 del 16/12/2011)
    Periodo: Luglio 2011 – Dicembre 2014
    Budget: € 805.279,89

    Il Progetto KITE.it mira a sviluppare un framework metodologico e tecnologico a supporto della transizione delle filiere di imprese della meccanica avanzata verso modelli di value network in grado di garantire:
    – l’interoperabilità e la cooperazione fra imprese ed individui in rete,
    – la gestione e la messa in sicurezza del capitale intellettuale e
    – la misurazione e l’ottimizzazione delle performance.

    PARTNERS:
    – Engineering Ingegneria Informatica SPA (Capofila)
    – DHITECH SCARL (con Soggetto Attuatore Università del Salento)
    – Università di Milano
    – GE Avio SRL
    – PLM Systems SRL
    – Università “Federico II” di Napoli
    – Telespazio SPA
    – Aermec Sud SRL
    – Euro.Soft SRL

  • I-Design Foundation – Metodologie e tecnologie a supporto dell’innovazione nello sviluppo nuovo prodotto in un Value Network del settore aeronautico

    Codice Progetto: DM48339 
    Avviso: D.M. 593/2000 art. 12
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.M. 1051 del 16/10/2008) 
    Periodo: Settembre 2008 – Agosto 2012
    Budget: € 4.570.000,00

    Il progetto di ricerca I-Design Foundation intende esplorare e sviluppare un nuovo modello di Sviluppo Nuovo Prodotto di tipo collaborativo, costruendo un framework che abiliti la collaborazione inter-aziendale mantenendo elevati standard di sicurezza e protezione della proprietà intellettuale. Il collegato Progetto di Formazione Experiencing i-Design, destinato a 10 formandi, mira a colmare il gap di competenze nell’ambito del processo sviluppo nuovo prodotto in ambienti complessi, con specifico riferimento al settore aerospaziale e in particolare intende sviluppare “ingegneri del business” in grado di abilitare processi di business trasformation supportando le imprese del settore aerospaziale verso modelli di progettazione collaborativa orientata al value network. Traghettare le imprese del settore aerospaziale verso modelli di value network significa innanzitutto comprendere il business dell’azienda e il suo ruolo nel contesto inter-organizzativo: questo implica saper comprendere i processi chiave e le competenze e conoscenze che garantiscono vantaggio competitivo sostenibile e saper definire architetture di collaborazione e cooperazione in modelli di sviluppo nuovo prodotto che siano multidisciplinari e interaziendali.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (Soggetto Beneficiario e Attuatore)
    – Alenia Aeronautica SPA (Soggetto Attuatore)
    – Avio SPA (Soggetto Attuatore)
    – Università del Salento (Soggetto Attuatore)

  • AEROCOMP – Studio Preliminare di Materiali Nanocompositi per Applicazioni Aeronautiche

    Codice Progetto: DM48391
    Avviso: D.M. 593/2000 art. 12
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.M. 1051 del 16/10/2008) 
    Periodo: Settembre 2008 – Agosto 2012
    Budget: € 3.600.500,00

    Attività di ricerca finalizzata allo studio preliminare di materiali nano compositi per applicazioni aeronautiche.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (Soggetto Beneficiario)
    – Alenia Aeronautica SPA (Soggetto Attuatore)
    – CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche (Soggetto Attuatore)

  • Secure SCM – Secure Supply Chain Management

    Codice Progetto: FP7-213531 
    Avviso: FP7-ICT-2007-1
    Finanziatore: European Commission (GA FP7-213531)
    Periodo: Febbraio 2008 – Gennaio 2011
    Budget: € 343.200,00

    Il Progetto di Ricerca Secure SCM è finalizzato alla progettazione e realizzazione di una soluzione tecnologica che abiliti la collaborazione sicura tra i diversi attori all’interno di una supply chain. In particolare saranno realizzati opportuni protocolli di calcolo sicuri, atti a garantire la privacy ed eliminare il rischio connesso alla condivisione dei dati, in modo tale da incrementare la sicurezza e la fiducia nell’utilizzo delle architetture di servizi orientate alla gestione della supply chain.

    PARTNERS:
    – SAP AG (Germania) (Capofila)
    – Technische Universiteit Eindhoven (Paesi Bassi)
    – DHITECH SCARL (Italia)
    – Università degli Studi di Milano (Italia)
    – International University in Germany (Germania)
    – Zaragoza Logistics Center (Spagna)
    – European Business School (Germania)

  • OLEDs – Nuove sorgenti OLEDs per l’illuminazione

    Codice Progetto: DM28487 
    Avviso: D.M. 593/2000 art. 13
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.M. 921/Ric. del 17/05/2006) 
    Periodo: Marzo 2006 – Febbraio 2010
    Budget: € 6.412.000,00

    Attività di ricerca industriale per la fabbricazione di sorgenti luminose innovative per applicazioni nel settore automotive e dell’illuminazione artificiale.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (Soggetto Beneficiario)
    – CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche (Soggetto Attuatore)

  • MICRONANO – Processi di micro- e nano- fabbricazione avanzata

    Codice Progetto: DM28486 
    Avviso: D.M. 593/2000 art. 13
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.M. 921/Ric. del 17/05/2006) 
    Periodo: Marzo 2006 – Febbraio 2010
    Budget: € 6.245.000,00

    Processi di micro- e nano- fabbricazione avanzati per la realizzazione di dispositivi o apparati funzionali per applicazioni nel campo dell’elettronica, della fotonica, della micromeccanica e della biosensoristica.

    Attività di ricerca industriale per:
    – Sviluppo di materiali e tecnologie per la realizzazione di sensori ed attuatori MEMS basati su thin-film piezoelettrici e piezoresistivi.
    – Realizzazione di un prototipo di microcitofluorimetro per applicazioni di screening biologici.
    – Realizzazione di singoli dispositivi e network per elettronica molecolare e bioelettronica, per applicazioni nel campo della computazione molecolare e della biosensoristica avanzata.
    – Sviluppo di litografie alternative.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (Soggetto Beneficiario)
    – STMicroelectronics SRL (Soggetto Attuatore)
    – CNR-Consiglio Nazionale delle Ricerche (Soggetto Attuatore)
    – Università del Salento (Soggetto Attuatore)

  • X@Work – eXperience at Work

    Codice Progetto: DM28485 
    Avviso: D.M. 593/2000 art. 13
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.M. 921/Ric. del 17/05/2006) 
    Periodo: Marzo 2006 – Febbraio 2010
    Budget: € 6.585.080,00

    Attività di ricerca industriale per lo sviluppo di un ambiente di lavoro collaborativo “ICT-based” a supporto dello sviluppo di nuovi prodotti in ambito aerospaziale.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (Soggetto Beneficiario)
    – Avio SPA (Soggetto Attuatore)
    – Engineering Ingegneria Informatica SPA (Soggetto Attuatore)
    – Università del Salento (Soggetto Attuatore)

  • Grifin – Grid for Finance

    Codice Progetto: DM28488 
    Avviso: D.M. 593/2000 art. 13
    Finanziatore: Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (D.M. 921/Ric. del 17/05/2006) 
    Periodo: Giugno 2006 – Novembre 2009
    Budget: € 2.249.400,00

    Attività di ricerca industriale per la realizzazione di un “Problem Solving Environment” basato su infrastruttura grid e dotato di servizi avanzati “general-purpose” applicati alla gestione di processi “domain-independent”.

    PARTNERS:
    – DHITECH SCARL (Soggetto Beneficiario)
    – Engineering Ingegneria Informatica SPA (Soggetto Attuatore)
    – Università del Salento (Soggetto Attuatore)